Paderno, in manette la rom che va a olio motore

carabinieri-in-supermercatoHa tentato di riempirsi la tipica sottana gitana di bottiglie contenenti olio motore, ma è finita in manette. Donna rom e compagno connazionale senza fissa dimora si erano introdotti tra gli scaffali del Carrefour di Paderno Dugnano. Mancava un’ora scarsa alla chiusura del punto vendita lunedì sera, quando hanno da subito puntato al reparto di oggetti e prodotti per l’auto. Qui hanno nascosto sotto al gonna un gran quantitativo di miscela per veicoli arrivando a superare abbondantemente i 120 euro di spesa totale. Poi senza dare nell’occhio si sono diretti verso il varco di uscita riservato a coloro che non hanno effettuato alcun acquisto di prodotti. Oltre alle movenze goffe della donna che camminava con difficoltà a causa dell’ingombrante presenza sotto alla gonna, l’allarme è scattato facendo cadere qualsiasi tentativo di mascherare il furto. I due si sono divisi scappando per la galleria commerciale. L’uomo è fuggito in direzione dell’uscita, mentre lei cercava invano di nascondersi in un negozio fingendosi cliente. Ma all’arrivo dei Carabinieri della locale Tenenza sono stati individuati e acciuffati. La perquisizione della zingara dalla gonna ricolma di olio motore è stato compiuto da un’agente del comando di Polizia Locale che ha estratto da sotto il caratteristico indumento il gran quantitativo di bottiglie. Sono quindi scattate le manette ai polsi di C.T., classe ’74, e della sua compare C.D. del 1970. Entrambi sono in attesa di processo per direttissima con rito abbreviato presso il tribunale di Monza.
Simone Carcano