Troppe bugie attorno al video shock di Bollate

krgghuLa vicenda del video shock sul pestaggio avvenuto davanti al Primo Levi ha suscitato emozione, sconcerto e dibattito a livello nazionale. Tuttavia, tale diffusione ha anche scatenato una vera e propria pioggia di notizie sulle due ragazze protagoniste (con ruoli ben diversi) e sulle loro famiglie, molte delle quali del tutto infondate. Non è vero, per esempio, che la ragazza autrice del pestaggio sia stata a sua volta picchiata da un gruppo di ragazze, come non sono vere molte altre notizie circolate nei giorni scorsi. Noi, sulle pagine del Notiziario in edicola da domani, venerdì 14 febbraio, abbiamo cercato di ricollocare la vicenda nella sua giusta ottica, cercando di chiarire che cosa è vero e che cosa è falso (e le falsità, lo ripetiamo, sono molte). Lo abbiamo fatto basandoci soprattutto sulle notizie accertate dalle fonti ufficiali, forze dell’ordine e servizi sociali in primis, mentre il Primo Levi, la cui immagine è stata indubbiamente guastata dalla vicenda, non c’entra in realtà nulla e anzi dalle parole delle forze dell’ordine ne esce come una scuola degna del massimo rispetto.