Nuove povertà: da anni senza assicurazione o col talloncino falso

automobili_abbandonateRecord di auto sequestrate a Uboldo perché prive dell'assicurazione: sono una ventina quelle multate e rimosse dall'inizio dell'anno. Un dato preoccupante, campanello d'allarme di quanto sia diffusa la crisi economica: per chi ha perso il lavoro è impossibile pagare centinaia di euro di premio assicurativo e così preferisce “abbandonare” la macchina davanti a casa o, peggio, circolare senza assicurazione o addirittura col contrassegno falso.

Numerose le contravvenzioni inflitte dalla polizia locale nei giorni scorsi. Un furgone Renault Traffic, durante un controllo, è stato trovato col tagliando contraffatto: era una discreta fotocopia dell'originale; malgrado il veicolo risultasse non assicurato dal 2008, il conducente si è giustificato cadendo dalle nuvole: "non lo sapevo". Chiamato il carroattrezzi, il mezzo è stato sequestrato in attesa della confisca; sarà il prefetto a stabilire l'ammontare della multa. Altre tre auto sono state trovate prive di assicurazione: una Bmw, una Citroen Xsara Picasso e una Hyundai; in questi casi i titolari hanno 60 giorni di tempo per pagare 841 euro di multa e almeno sei mesi di assicurazione, oltre a saldare le spese di recupero del carroattrezzi e del deposito, se non vogliono rischiare la confisca (con l'addebito dei costi di demolizione). Il caso più eclatante, da gennaio, è quello di una Ford Escort di un'azienda di Saronno: parcheggiata da settimane in via De Gasperi, aveva il talloncino assicurativo palesemente falso: indicava come scadenza maggio 2014 ma non veniva assicurata da due anni; la compagnia assicurativa deciderà se sporgere denuncia per truffa ai suoi danni.