Scarichi illeciti, sedici denunce Paderno, l’inciviltà è di moda

 

scarichi paderno dugnano11 aprile, ore 15.59. Due uomini lasciano cellophane e scatoloni. Solo due settimane prima alle 18, è stata la volta di imballaggi e toner di stampanti. Il caso più eclatante è di un mese fa, alle 13.10 da un furgone due individui hanno scaricato otto cassette di frutta e verdura. Queste e tante altre immagini simili sono state registrate dall’occhio elettronico della Polizia Locale di Paderno Dugnano. Una microtelecamera di appena 4 centimetri ha fatto scattare sedici denunce. Nove delle quali con carattere penale a causa dei materiali pericolosi, rifiuti speciali provenienti da aziende che anziché smaltirli alla piattaforma ecologica hanno preferito gettarli in via Sauro.  Il fenomeno delle discariche abusive non risparmia nessuno. Si tratta di operai, artigiani ma anche normali cittadini. Donne e uomini. Italiani e stranieri. Le registrazioni sono iniziate un mese fa. Tra notte e giorno non vi è differenza. C’è chi arriva con il furgone della ditta o l’auto privata. Scaricano macerie, mobili, rifiuti domestici e poi se ne vanno. Chi deve poi passare  a raccogliere e smaltire è il Comune. Solo un intervento per ripulire un’area come via Sauro costa 625 euro a intervento. E dalle statistiche degli ultimi anni se ne effettuano una al mese. Ma questa volta c’era anche la Polizia Locale con i suoi uomini di Polizia Giudiziaria guidati dal commissario Sigismondo Lettieri. Le immagini sono nitide, le targhe leggibili, i responsabili si riconoscono. Negli ultimi giorni sono stati contattati dal comando. C’è chi minimizza, chi accusa malori improvvisi. Per tutti scatta una sanzione di almeno 250 euro e la confisca del veicolo. Nove di loro sono stati denunciati penalmente. Uno di loro ha una doppia multa. In un mese ha scaricato due volte.
Qui sotto il video della Polizia locale di Paderno Dugnano

Simone Carcano