IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

Sequestro di beni per 4,5 milioni Tre denunciati per riciclaggio

guardia-di-finanza-autoI militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, su ordine del GIP del Tribunale di Monza, hanno sequestrato beni per circa 4,5 milioni di euro nell’ambito di una articolata indagine che ha ricostruito i flussi di denaro frutto di un’ingente frode fiscale, nascosti all’estero e “ripuliti” con investimenti in beni e società in Italia.  Le indagini prendono avvio nel 2013, quando i finanzieri della Tenenza di Seveso avevano denunciato alla Procura della Repubblica di Monza il titolare di una nota società di produzione di mobili di Misinto (MB) per una grossa evasione fiscale. Attraverso fatture false di società estere, l’imprenditore aveva fatto uscire un vero e proprio fiume di denaro, oltre 20 milioni di euro. Soldi finiti su conti esteri, in barba al Fisco italiano. L’attività investigativa, coordinata dalla dottoressa Franca Macchia, Pubblico Ministero della Procura di Monza, aveva portato al sequestro di beni dell’imputato per circa 7 milioni di euro. Il processo si era concluso davanti ai giudici del Tribunale di Monza con il patteggiamento della pena da parte dell’imputato, costretto a versare nelle casse dell’Erario l’intera somma sequestratagli. Ma i finanzieri e la Procura di Monza non si sono fermati a contestare l’ingente evasione fiscale. Si sono messi ad indagare sui flussi finanziari verso società e conti esteri, per far luce sulla destinazione finale del denaro. Così, seguendo un vorticoso giro di bonifici oltreconfine e di fatture è stato svelato un articolato e complesso meccanismo di riciclaggio di denaro, grazie al quale i soldi evasi sono ritornati in Italia, investiti in una società “pulita”, nella disponibilità dell’imprenditore. L’accusa questa volta è rivolta a tre soggetti. Tra loro anche una commercialista ed un ex funzionario di banca, tutte persone di fiducia dell’imprenditore brianzolo, accusati di aver giocato ciascuno un preciso ruolo nel meccanismo criminoso svelato dai militari, servito per ripulire e reinvestire i capitali frutto di evasione.

Ulteriori dettagli su "il notiziario" in edicola da domani, venerdì 19 dicembre

  

TI POTREBBE INTERESSARE...

Volontari Prociv dalla nostra zona in Veneto, il r... Terzo giorno di lavoro nel Bellunese per i volontari di Protezione civile di Sei, Servizi emergenza integrati partiti da Caronno Pertusella, Misinto, ...
Volontari dalle nostre zone nel Bellunese; raccon... I volontari della Protezione civile al loro arrivo nelle zone isolate Ci sono anche volontari di Protezione civile dalle Groane in azione in quest...
Crisi Superdì: lavoratori in corteo davanti alla v...  E’ scesa per le strade oggi pomeriggio, martedì, la protesta dei quasi mille lavoratori del gruppo Superdì, che attendono ormai da mesi di cono...
Paderno, l’odontotecnico fa anche il dentist... Scattano i sigilli della Guardia di Finanza a uno studio dentistico di Paderno Dugnano. Da qualche giorno sono ben visibili sulle saracinesche dell’at...
Senago, mamma anatra investita: 13 anatroccoli sal... Tredici anatroccoli a spasso per Senago con la loro mamma, un'auto che la investe e la uccide. E i piccoli spaesati iniziano a vagare pericolosamente....
L'HAI TROVATO INTERESSANTE? CONDIVIDILO !
Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun finanziamento pubblico.
E’ disponibile in formato cartaceo, in circa 200 edicole a nord di Milano, in uscita ogni venerdì.
In formato digitale si può acquistare sul nostro store www.edicola.ilnotiziario.net dove è possibile anche sottoscrivere formule di abbonamento.
Per restare sempre aggiornato metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook


il notiziario prima pagina

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
Scarica la nostra App gratuita  

SCEGLI L’ABBONAMENTO !