“Rinascerò tra 300 anni”: sempre più contratti per l’ibernazione umana

150309-(15)Forse tra 500 anni potremmo risorgere, e quando ci risveglieremo, potrebbero esserci le cure che ci faranno guarire dai mali per cui siamo morti.
Qualcuno crede fortemente nella scienza e ha stipulato onerosi contratti di ibernazione con società americane.
Vitto Claut, friulano, è uno dei primi italiani ad aver scelto l’auto-congelamento. Si va a morire negli Usa, negli ospedali delle società che si occuperanno della conservazione del loro corpo a -196 gradi, dentro silos d’alluminio pieni di azoto liquido. Circa 100 le persone che già hanno scelto questa pratica, per 150mila euro.