IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

Il referendum di domenica

Questa domenica tutti i cittadini maggiorenni italiani sono chiamati alle urne. Qualcuno forse non lo sa, qualcun altro se ne sarà dimenticato, altri lo sanno e decideranno se andare o no a votare e che cosa votare. Tutte scelte legittime.

Tuttavia, la consultazione referendaria di questo 17 aprile, che riguarda la prosecuzione o meno delle concessioni per le trivellazioni entro il limite delle acque territoriali, ha una caratteristica particolare: la scarsissima informazione.

E' questa la netta sensazione che abbiamo avuto in queste settimane: del referendum si parla poco e se ne sarebbe parlato pochissimo se non ci fosse stata la magistratura a far scoppiare lo scandalo cosiddetto di “trivellopoli”. Uno scandalo che, guarda un po', riguarda proprio una questione di trivellazioni.

Non voglio qui chiedermi che scandalo sarebbe scoppiato se, per esempio, si fosse trattato di un referendum per liberalizzare la prostituzione, non oso proprio pensarci.

Ciò a cui penso è però il perché di questa poca informazione: certo, ci sono forze politiche (e poteri) che dicono di non andare a votare, così non si raggiunge il quorum, ma non dare informazioni sul referendum equivale a far campagna solo per questa parte. Già ci sono le fila sempre più numerose degli astensionisti ad agevolare, di fatto, la vittoria dei no; se ci si mette anche l'informazione, il gioco diventa scorretto e questo, a prescindere da come ognuno la pensi, non è democrazia.

Piero Uboldi

TI POTREBBE INTERESSARE...

Noi stiamo con gli Alpini Domenica scorsa c’è stata la grande Adunata degli Alpini a Trento, una festa che ha coinvolto 300mila persone in un clima di genuina festa, perché gli...
L’uomo deve saper usare il martello C’è una mia amica che sostiene che “un uomo vero deve saper usare il martello”. Non sorridete, non ci sono doppi sensi nelle sue parole, nella sua gen...
Muoia Sansone, con tutti i filistei Da due mesi esatti in Italia stiamo assistendo a un triste spettacolo: le forze politiche cercano di accordarsi per formare un governo, però non ci ri...
I preti, i baristi e… i cani Una volta nella nostra società i sacerdoti avevano un ruolo fondamentale, un ruolo di confessori ma anche di saggi consiglieri, sempre tenuti al sacro...
Londra è peggio di Napoli Secondo voi è più pericoloso vivere a Napoli o a Londra? Io penso che a qualunque persona di buon senso venga da dire: a Napoli! Invece non è così, Lo...
L'HAI TROVATO INTERESSANTE? CONDIVIDILO !
Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun finanziamento pubblico.
E’ disponibile in formato cartaceo, in circa 200 edicole a nord di Milano, in uscita ogni venerdì.
In formato digitale si può acquistare sul nostro store www.edicola.ilnotiziario.net dove è possibile anche sottoscrivere formule di abbonamento.
Per restare sempre aggiornato metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook


prtima pagina notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
Scarica la nostra App gratuita  

SCEGLI L’ABBONAMENTO !