Degenera lite in famiglia Mozzate, arrestati padre e figlio

carabinieriE’ degenerata in sequestro di persona. E ora ne dovranno rispondere padre e figlio assieme a resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.

E’ successo a Mozzate, al culmine di una violenta lite familiare. Dopo una lite col marito, una donna era intenzionata ad andarsene di casa. Ha così chiamato i Carabinieri e al loro arrivo ha iniziato a raccogliere i propri effetti personali.

Alla vista di valigie e borsoni, il marito ha reagito chiudendo la porta di ingresso rifiutandosi di far uscire dall’appartamento la consorte e i Carabinieri. Allo stesso modo il figlio si è chiuso a chiave in una stanza con la madre impedendola di uscire.

Alla fine gli uomini dell’Arma hanno avuto la meglio riuscendo a immobilizzare il 45enne, di nazionalità italiana. Analogamente hanno proceduto a bloccare anche il figlio liberando così la donna. Entrambi sono stati arrestati.