Rivendevano vespe d’epoca Turate, tre truffatori in manette

carabinieri_paderno

Contattavano collezionisti di vespe d’epoca, si facevano anticipare somme di denaro per gli acquisti e poi sparivano. Sono stati denunciati in stato di libertà tre sinti tra i 25 e i 36 anni con l’accusa di truffa in concorso.

I tre truffatori, alcuni con precedenti per reati simili, sono finiti nella rete dei Carabinieri dopo che questi ultimi si erano finti interessati a un affare. La procedura era semplice. I balordi recuperavano tramite carrozzieri del comasco i contatti di collezionisti di vespe d’epoca, successivamente li contattavano per chiudere affari nel giro di poche ore. Non prima di essersi fatti anticipare somme di denaro, talvolta anche ingenti. Una volta ottenuti i soldi sparivano.

E’ successo così anche ai danni di un collezionista di Lomazzo, truffato nel mese di maggio. E altrettanto stava succedendo lunedì con un secondo collezionista di Cadorago che però ha declinato la loro offerta. I Carabinieri di Turate si sono così finti collezionisti mettendosi sulle loro tracce. Si sono dati appuntamento proprio in Turate, dove sono stati smascherati. I tre residenti in Piemonte hanno ricevuto il divieto di ritorno nei comuni del comasco.

LEGGI IL NOTIZIARIO DA PC, SMARTPHONE E TABLET. SCOPRI LA NOSTRA EDICOLA DIGITALE, CLICCANDO QUI!