IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

Violentati da un “reato minore”

Sabato sera, poco dopo mezzanotte, ero fuori casa con mia moglie in compagnia di alcuni amici quando mi è suonato il telefono. Era un uomo che mi chiedeva di correre a casa sua poiché aveva appena subito un furto, voleva farmi vedere che cosa avevano combinato i ladri. Siamo corsi là e abbiamo trovato un uomo scioccato, ferito nell’intimo insieme a sua moglie, entrambi distrutti per quello che avevano subito.

Dentro di me è covata tanta rabbia nel vedere una famiglia ferita in quel modo. Probabilmente è il millesimo furto che ho visto, eppure è sempre come se fosse il primo, perché non è giusto che la gente comune debba essere violentata così, senza che le Istituzioni capiscano che un furto in casa non è un reato minore, ma è un reato gravissimo, è violenza pura.

Loro, le Istituzioni, vivono nei quartieri dei ricchi, superprotetti, dove i ladri non vanno, ma noi, gente comune, viviamo in trincea, abbiamo paura, ci facciamo violentare da persone che poi, quando i carabinieri le arrestano, spesso vengono lasciate subito libere.

Non è giusto, bisogna ribellarsi a questa situazione. Ma noi italiani, l’ho scritto troppe volte, siamo un popolo di pecoroni: dateci da mangiare a pranzo e il calcio n tv alla sera e non protestiamo, stiamo zitti e subiamo tutto. Invece no, dobbiamo reagire a questa vergogna, perché abbiamo diritto di essere liberi, almeno dentro casa, invece ci costringono a vivere in trincea, nella paura.

Piero Uboldi 

TI POTREBBE INTERESSARE...

Come è bello giocare a carte A Bollate si sta verificando, ormai da qualche anno, un fenomeno curioso: il moltiplicarsi dei tornei di carte in cui si gioca a coppie (scopa d’assi,...
Le caldarroste avvolte nel giornale Che bello, domenica pomeriggio ho mangiato le caldarroste e me le hanno consegnate avvolte in un foglio di carta di giornale. Sì, niente sac...
Solidarietà e furbizia  Tempo fa un amico mi raccontava che, quando era andato a vivere a Napoli, da buon emiliano aveva subito segnalato alla Rai che doveva pagare ...
Il referendum sull’autonomia Domenica i cittadini lombardi sono chiamati alle urne per il referendum sull’autonomia, ossia per dire se vogliono che la Regione avvii una t...
A votare con… un ferro di cavallo Mentre l’Europa intera guarda con curiosità e apprensione a quanto sta accadendo in Catalogna, in Italia in questi stessi giorni sta c...
CONDIVIDI !
Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun finanziamento pubblico.
E’ disponibile in formato cartaceo, in circa 200 edicole a nord di Milano, in uscita ogni venerdì.
In formato digitale si può acquistare sul nostro store www.edicola.ilnotiziario.net dove è possibile anche sottoscrivere formule di abbonamento.
Per restare sempre aggiornato metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook

Il notiziario prima paginaLa nuova edizione è già disponibile!

Acquistala in edicola !

Oppure sfogliala in formato digitale

Scarica la nostra App gratuita