IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

Il prefetto e i migranti

I comuni della provincia di Milano sono in difficoltà sul versante migranti. Due settimane fa abbiamo scritto che il prefetto di Milano ha chiesto la loro collaborazione annunciando l’invio di 2,5 richiedenti asilo ogni mille abitanti: se i sindaci avessero accettato di collaborare nel ricevere quei migranti, ne avrebbe mandati meno.

Qualcuno ha parlato di ricatto, molti sindaci hanno cercato di capire, di collaborare, ma è notizia di questi giorni che, nella nostra zona, diversi sindaci hanno firmato una lettera in cui dicono al prefetto che collaborare a quelle condizioni è impossibile (come potete leggere a pagina 52). Cosa succederà ora? Il prefetto manterrà la “minaccia” di mandarci lo stesso i migranti?

La cosa ridicola di tutta questa vicenda è che il prefetto parla di “emergenza”. Ma quale emergenza? E’ dal 2011 (ossia da quando Francia e Regno Unito hanno avuto la malaugurata idea di invadere la Libia) che ci troviamo a fare i conti con questa situazione: in 6 anni si è stati capaci solo di migliorare i (doverosi) salvataggi in mare, ma non si è stati capaci di organizzare nulla per far rispettare la legge italiana. Roma in 6 anni non ha saputo organizzare il rimpatrio di chi (molti) non ha diritto di asilo, il governo francese, che ha fatto esplodere il problema, ha chiuso la frontiera di Ventimiglia, quello inglese addirittura scappa dall’Unione Europea e dunque dai suoi obblighi.

E il prefetto con chi se la prende? Con l’anello debole, ossia i comuni. Eh no, caro prefetto e caro governo, è troppo facile lavarsene le mani così.

Piero Uboldi 

TI POTREBBE INTERESSARE...

Noi stiamo con gli Alpini Domenica scorsa c’è stata la grande Adunata degli Alpini a Trento, una festa che ha coinvolto 300mila persone in un clima di genuina festa, perché gli...
L’uomo deve saper usare il martello C’è una mia amica che sostiene che “un uomo vero deve saper usare il martello”. Non sorridete, non ci sono doppi sensi nelle sue parole, nella sua gen...
Muoia Sansone, con tutti i filistei Da due mesi esatti in Italia stiamo assistendo a un triste spettacolo: le forze politiche cercano di accordarsi per formare un governo, però non ci ri...
I preti, i baristi e… i cani Una volta nella nostra società i sacerdoti avevano un ruolo fondamentale, un ruolo di confessori ma anche di saggi consiglieri, sempre tenuti al sacro...
Londra è peggio di Napoli Secondo voi è più pericoloso vivere a Napoli o a Londra? Io penso che a qualunque persona di buon senso venga da dire: a Napoli! Invece non è così, Lo...
L'HAI TROVATO INTERESSANTE? CONDIVIDILO !
Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun finanziamento pubblico.
E’ disponibile in formato cartaceo, in circa 200 edicole a nord di Milano, in uscita ogni venerdì.
In formato digitale si può acquistare sul nostro store www.edicola.ilnotiziario.net dove è possibile anche sottoscrivere formule di abbonamento.
Per restare sempre aggiornato metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook


prtima pagina notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
Scarica la nostra App gratuita  

SCEGLI L’ABBONAMENTO !