IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

Blitz animalista alla Fiera di Origgio: “Allevatori e chi mangia carne complici di un massacro”

Alla vigilia della 66ma edizione della Fiera primaverile del bestiame e delle merci di Origgio, ieri sera è stato compiuto un blitz animalista: il Movimento Centopercento Animalisti ha affisso sui cancelli dell’area fiera, in via Marconi, uno striscione con scritto: “No alla fiera, vergogna!”.

“Come bestiame intendono bovini, cavalli, maiali, conigli, polli – si legge in una nota – Tutti quegli esseri viventi e senzienti, ridotti a merce, destinati alla morte. Animali che saranno, come di consueto, sottoposti al trauma del trasporto; alla sofferenza di quattro giorni in spazi inadatti, tra gente che grida, sotto il sole o la pioggia; il cui destino è tornare a una vita di dolore negli allevamenti, fatti riprodurre forzatamente, per poi finire uccisi in modo barbaro e fatti a pezzi”. Smentiscono che gli allevamenti siano compatibili, gli animalisti, affermando che la fiera sia solo un modo di farsi propaganda “per comprare e vendere animali ridotti in schiavitù: delle merci, appunto. Questa è la realtà degli allevamenti, e la tappa finale è il mattatoio”.

Se la prendono poi con chi mangia carne: “La colpa, diciamolo chiaramente, è anche dei molti che per ignoranza, egoismo o perversione del gusto continuano a mangiare carne, la cui nocività è dimostrata”.

TI POTREBBE INTERESSARE...

A Origgio tagliato il nastro della 66ma Fiera Prim... E’ stata inaugurata questa sera la 66ma edizione della “Fiera primaverile del bestiame e delle merci”, che terrà banco fin...
A Origgio libri in prestito nei bar e nei negozi p... Nasce a Origgio “LiberiLibri”, iniziativa a costo zero - per l’Amministrazione civica – che potrebbe essere imitata da altr...
Origgio, incidente mortale in A8: atterra l’... Sono intervenute  tre ambulanze in codice rosso con automedica e l'elisoccorso per l’incidente avvenuto lungo la A8 Milano Varese tr...
Scivola su una lastra di ghiaccio in montagna, muo...    “Siamo affranti, distrutti dal dolore. Ma la vita va avanti: dobbiamo farci forza”. Luciano Bernasconi è sconvolto:...
“Le luminarie come i lumini del cimitero” Sostituz... Quando in centro a Origgio sono comparse le luminarie natalizie, è stata subito polemica: com’era possibile che fossero cos&i...
CONDIVIDI !