Picchia la moglie mentre guida in autostrada, lei scappa a piedi, lui viene arrestato

Ha picchiato ripetutamente la moglie che stava guidando l’auto sulla A4 per rientrare a Saronno, dove la coppia vive: la donna è riuscita ad accostare l’auto e a fuggire con il cellulare con il quale ha chiamato il 112 e l’uomo è stato arrestato.

E’ successo ieri sulla Milano-Venezia: i due, lei 55 anni italiana, lui 36 anni tunisino, da tempo residenti a Saronno, stavano rientrando da Dalmine dove avevano fatto visita a connazionali dell’uomo.

Sono le 8,30 del mattino, l’uomo, seduto accanto alla moglie che guida, iniziata ad insultarla, a tirarle i capelli e a prenderla a pugni. Altri automobilisti vedono l’auto, una vecchia Passat, zigzagare sull’autostrada e chiamano le Forze dell’ordine per segnalare il pericolo.

Poco dopo, all’altezza di Agrate, la donna riesce ad accostare e scende dall’auto, mettendosi a correre, terrorizzata, a lato dell’autostrada fino a quando arriva una pattuglia della Polizia stradale.

L’uomo viene arrestato, la donna condotta all’ospedale di Niguarda, dove viene medicata: per lei la prognosi è di 21 giorni. Ma si scopre che l’episodio è solo l’ultimo di una lunga serie, i maltrattamenti proseguivano da circa 3 anni, con diverse visite mediche della donna in ospedale per le cure.