IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

La guerra fredda che non vogliamo

notiziarioLunedì i governi di 14 Paesi della Ue hanno annunciato l’espulsione di numerosi diplomatici russi, come atto di solidarietà alla Gran Bretagna. Anche l’Italia, per non essere da meno, ne ha espulsi due. E’ stata, nel complesso, la più grande espulsione di massa di diplomatici del
la storia recente e molti osservatori la ritengono l’inizio della seconda Guerra fredda. Fin qui sono fatti noti. Ma sorge una domanda: chi ha deciso che l’Italia deve partecipare a questa nuova Guerra fredda? Chi ha deciso che l’Italia si deve schierare (sulla fiducia, perché di prove precise, al di là delle congetture, al momento non se ne vedono) con la Gran Bretagna anziché restare neutrale come hanno fatto, per esempio, Svizzera e Austria? Voi direte: “L’ha deciso il governo”.
Ed è qui il problema: che governo può far entrare l’Italia in una Guerra fredda, se in Italia un governo non c’è? Il governo Gentiloni si è dimesso ufficialmente sabato, le espulsioni sono state notificate lunedì: Gentiloni è rimasto in carica solo per sbrigare l’ordinaria amministrazione.
Chi l’ha detto che, anziché restare indipendenti, dobbiamo schierarci con Trump e May? Forse perché sono nostri alleati? Certo, ma anche la Turchia è nostra alleata e, quando ha impedito agli italiani di effettuare legittime perforazioni petrolifere a Cipro, violando tutti i trattati internazionali, Trump e May dov’erano? Perché non si sono mossi a difesa dell’Italia? Questa solidarietà ci pare un po’ a senso unico.
Piero Uboldi

TI POTREBBE INTERESSARE...

Gli stereotipi dei provincialotti I romeni sono tutti ladri, le donne ucraine sono tutte badanti, i russi sono tutti ricchi, gli arabi picchiano tutti le donne, i tedeschi sono tutti c...
Anche gli svizzeri, sì, anche loro! La notizia è stata diffusa in Francia a fine gennaio, ma solo nei giorni scorsi è “rimbalzata” in Italia. Ed è una di quelle notizia che rendono la gi...
Facebook in declino I primi dati hanno cominciato a circolare a inizio febbraio, quando si è diffusa la notizia che nell’ultimo trimestre del 2017 gli utenti mondiali di ...
Uomini e donne Nel giorno della Festa della donna, alcuni organi di stampa hanno diffuso una notizia che, una volta tanto, gratifica gli uomini italiani, o meglio, i...
Nel dopo-voto tra globalisti e nazionalisti Il dopo-voto di domenica scorsa ha visto un’ondata di commenti di ogni genere, a livello nazionale e internazionale. Chi ha cantato vittoria, chi ha p...
L'HAI TROVATO INTERESSANTE? CONDIVIDILO !
Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun finanziamento pubblico.
E’ disponibile in formato cartaceo, in circa 200 edicole a nord di Milano, in uscita ogni venerdì.
In formato digitale si può acquistare sul nostro store www.edicola.ilnotiziario.net dove è possibile anche sottoscrivere formule di abbonamento.
Per restare sempre aggiornato metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook

prima pagina notiziarioLa nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
Scarica la nostra App gratuita  

SCEGLI L’ABBONAMENTO !