Rubata l’auto a Erika Novarria: “Ridatemi almeno la mia gamba”. Una traccia a Paderno

Rubata l’auto alla boxeur Erika Novarria con all’interno il suo computer e soprattutto la sua protesi che le permette di muoversi e fare sport.

Ritroviamo almeno la mia gamba. Ho bisogno di potermi allenare. Di vivere” è questo uno dei tanti appelli lanciati dall’atleta 27enne. Il furto dell’auto è avvenuto a Milano in zona Bovisa. Un primo ritrovamento di alcuni oggetti contenuti nell’abitacolo è stato segnalato proprio a Paderno Dugnano. In un cassonetto di via Bach in località Calderara, una donna ha ritrovato il computer portatile dell’atleta. La presenza del pc è stata immediatamente segnalata ai carabinieri che in queste ore stanno facendo luce sulla vicenda. 

Per Erika Novarria sono giornate cariche di speranza e angoscia. “Della gamba non c’è traccia – scrive sul suo profilo Facebook – Vi prego, era in una borsa dell’adidas nera insieme a tutta l’attrezzatura da boxe, senza quella è come se non potessi più allenarmi”. Appena 19enne le era stata amputata una gamba a seguito di un incidente in moto. Da subito si batte affinché la boxe diventi disciplina paralitica. “La motivazione, l’impatto e l’aiuto che ti può dare lo sport è davvero forte se ci credi sia a livello fisico che emotivo, messaggio e comunicazione base che mi piacerebbe arrivasse” spiegava.

Ieri Erika ha lanciato un appello anche tramite Le Iene di Italia 1 affinché i ladri possano riconsegnare la sua gamba direttamente alla redazione di Cologno Monzese.

GUARDA IL VIDEO DELL’APPELLO

“Oppure lasciate la macchina da qualche parte, vi supplico” conclude Erika Novarria. L’auto è una Toyota Chr bianco perla con il tetto nero targata FH 864 LN. E’ stata rubata in zona Bovisa mentre il pc è stato ritrovato a Paderno Dugnano. Lungo la loro fuga i ladri potrebbero aver gettato anche la protesi che potrebbe trovarsi in qualche cassonetto della stessa Paderno o dei comuni limitrofi. Aiutiamo tutti Erika a ritrovare la sua gamba!