Seguono i veri addetti Enel e si fingono loro per rubare

Attenzione ai falsi addetti che, per essere più credibili, seguono passo passo i veri rappresentanti di aziende telefoniche o di distribuzione del gas e dell'elettricità: aspettano che lascino un'abitazione o una palazzina per presentarsi ai residenti a loro volta a nome della società, dicendo che devono recuperare dati personali; chiedendo di controllare le ultime fatture o bollette, riescono a guadagnarsi l'accesso e attendono il momento propizio per rubare mentre un complice distrae l'ignara vittima.

truffe - VORREI QUESTA MA FORSE LA DEFINIZIONE E' TROPPO BASSA. VEDI ANCHE L'ALTRANon si sa quanti “colpi” siano andati a segno nella zona, fatto sta che uno è fallito clamorosamente a Origgio, dove una coppia di malitenzionati è entrata in casa di una donna molto anziana e del figlio disabile. Quando la ragazza si è allontanata fingendo di dover andare in bagno, il disabile l'ha seguita istintivamente e l'ha trovata in camera da letto a rovistare; l'uomo si è messo a gridare e così ha fatto fuggire di casa i due complici, che si sono dileguati a piedi nelle vie limitrofe.

Attenzione anche a chi simula incidenti per farsi risarcire all'istante con la scusa di non far aumentare il premio assicurativo compilando la constatazione amichevole: fingono che è stato rotto il loro specchietto o di essere stati tamponati in retromarcia.

 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.