Bollate piange Gisella, colonna del volontariato

gisella2 La città di Bollate piange la scomparsa di un personaggio che, senza dubbio, si può definire una colonna del mondo del volontariato. Si è spenta infatti Gisella Citterio, donna forte di carattere che per una vita ha affrontato difficoltà e sofferenze traendone sempre grande forza per fare del bene agli altri, come volontaria dell’Auser, come aiutante della parrocchia di Castellazzo, come nonna amica, come accompagnatrice dei disabili, come aiutante per l’Unicef… Una donna che lascia un grande segno in città per l’esempio che ha saputo dare, senza mai piegarsi alla depressione né quando le è morto il marito a soli 41 anni, né quando ha perso l’unico figlio ancora giovane, né quando ha saputo di essere stata colpita da un terribile male incurabile, al quale non l’ha data vinta fino all’ultimo, lottando per anni.

Trovate un ampio servizio in ricordo di Gisella sul Notiziario in edicola da domani, venerdì 28 novembre.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.