Tutti contro la Varesina-bis: “Distruggerà il verde rimasto”

OLYMPUS DIGITAL CAMERASi fa sempre più dura la battaglia contro la Varesina-bis, che vede alleati il Comitato Salviamo il Paesaggio e la Terra di Cislago e il Comitato No Varesina-bis. Obiettivo del sodalizio: mettere in atto forme di protesta per impedire la realizzazione di quello che considerano “uno scempio ecologico destinato a far perdere e lottizzare il poco verde rimasto nel Saronnese e nel Tradatese”. Per domani alle 21, nell’aula convegni di Villa Isacchi a Cislago (via Magenta), è in programma il primo summit: oltre a fare il punto sull’iter di costruzione della strada, si programmeranno le mobilitazioni e le iniziative di protesta che vedranno uniti i comuni coinvolti, dal Saronnese al Tradatese.

La strada in questione, opera connessa alla Pedemontana, sarà un’alternativa alla Varesina che collegherà Uboldo a Tradate attraversando i comuni di Gerenzano, Cislago, Mozzate, Carbonate, Locate Varesino e Lonate Ceppino; si ipotizza, però, che possa arrivare fino a Gazzada Schianno passando da Torba, Gornate Olona e Castiglione Olona, con viadotti o gallerie. “Per adesso è stata progettata e finanziata, nel tratto fino a Tradate dalla Regione Lombardia e interesserà in gran parte le ultime aree boschive e i terreni agricoli rimasti – spiegano gli ambientalisti – Noi pensiamo che sia inutile e costosa, che non servirà ai cittadini ma solo ad arricchire le grandi imprese. E’ ormai risaputo che ogni nuovo intervento stradale inserito in una zona fortemente urbanizzata genera ulteriore traffico e caos: nuove arterie che saranno intasate domani da nuove lottizzazioni, per avere bisogno di altre strade dopodomani, cemento su cemento, sacrificando ulteriore verde”. Al contrario le due associazioni puntano sul recupero delle risorse ambientali e agricole, sulla filiera corta e sul chilometro zero: “Pensiamo insieme un modello di vita differente, una mobilità diversa che incentivi il traffico sulla rete ferroviaria attuale e che eviti ulteriore consumo di suolo”.

 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.