Bollate, guerra nel Pd sul candidato sindaco

PD  Il Pd bollatese sta vivendo giorni decisamente convulsi. Domenica gli iscritti devono scegliere il candidato sindaco, attraverso lo strumento delle “Primarie chiuse” (ossia in cui possono votare soltanto gli iscritti stessi) e la scelta è tra Francesco Vassallo e Massimo Torri. Ma il gruppo che sostiene Torri minaccia di non recarsi alle urne e sta presentando un ricorso agli organi di garanzia del partito, nella convinzione che lo Statuto non preveda la scelta del candidato sindaco attraverso tali Primarie chiuse. Non solo, perché il “Torriani” sollevano anche un problema di conflitto di interessi nei confronti di Vassallo nel caso fosse lui il candidato prescelto.

Uno scontro che è finito sulle pagine di “Repubblica”, dove Torri ha lanciato un duro affondo arrivando addirittura a ipotizzare la nascita di un secondo circolo Pd a Bollate.

Una spaccatura profonda e dagli esiti oggi imprevedibili.

Trovate un ampio servizio sulla vicenda nelle pagine del Notiziario in edicola da domani, venerdì 19 dicembre, dove troverete anche importanti novità sul Movimento 5 Stelle e sui suoi possibili candidati a sindaco.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.