La sicurezza sale a bordo, Trenord e Polizia di Stato ci mettono la firma

Sicurezza e tranquillità diventeranno compagne di viaggio dei pendolari lombardi. Questa mattina è stata siglata la convenzione tra Trenord la Polizia di Stato che prevede puntuale scambio delle informazioni in tema di sicurezza, dotazioni tecnologiche a supporto dell’attività delle pattuglie Polfer ed una collaborazione più stretta per orientare al meglio i servizi di polizia nonché per prevenire e contrastare la commissione di reati a bordo dei treni regionali.

Con l’occasione è stata presentata la prima vettura “Safe & Quiet on board”, facilmente riconoscibile e allestita al centro delle composizioni Coradia Meridian (30 treni).

trenordQuesta vettura ha l’obiettivo di favorire il silenzio e la tranquillità dei viaggiatori: ogni sedile è dotato di un vademecum che spiega gli scopi e le ragioni dell’iniziativa.

L’area è inoltre dotata di telecamere e di tre pulsanti di emergenza, attivabili dai viaggiatori in caso di necessità per richiamare l’attenzione dell’equipaggio. Una volta avvenuta la chiamata, nella cabina di guida squilla un citofono e una spia indica al macchinista il settore dal quale arriva l’allarme; sul cruscotto di guida sono anche visibili le immagini live dell’impianto tvcc.

Nel 2017 il progetto sarà implementato sulla flotta dei TSR: 90 composizioni a doppio piano.

I treni scortati dalla Polfer da inizio anno sono stati complessivamente 16.204, mentre 23.546 i servizi di vigilanza nelle stazioni interessate dal transito dei treni Trenord. Nel corso del 2016 i controlli a bordo treno sono stati pari a 16.549, con un aumento del 10% circa rispetto al 2015. 267 gli arrestati e 1532 gli indagati in ambito ferroviario dall’inizio dell’anno.

 

 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.