Frode fiscale, la Guardia di Finanza di Saronno sequestra 5 milioni ad un noto avvocato

La Guardia di Finanza di Saronno ha sequestrato beni per 5 milioni di euro ad un noto avvocato, titolare di uno studio ben avviato e con una vasta platea di clienti, accusato di frode fiscale e reati societari. Secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, il professionista, grazie anche a specifici ruoli rivestiti in alcune società a lui direttamente riconducibili e avvalendosi anche delle strette attività di un suo fidato “collaboratore”, è riuscito ad accumulare dal 2010 al 2016 redditi pari a 5 milioni di euro, sottraendoli a qualsiasi forma di imposizione fiscale. Attraverso un’articolata e complessa indagine di polizia giudiziaria e tributaria, che ha permesso di raccogliere numerosi documenti ed evidenti prove dell’evasione fiscale perpetrata, i finanzieri della Compagnia di Saronno hanno scoperto la frode fiscale, che spaziava dall’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, all’occultamento dei rilevanti compensi riscossi dalla clientela, non dichiarati al fisco ed emersi a seguito di una capillare ricostruzione del giro d’affari.

A seguito del quadro indiziario raccolto, le Fiamme Gialle hanno deferito all’Autorità Giudiziaria il professionista ed un suo “collaboratore” per frode fiscale e per reati societari, chiedendo anche il sequestro di beni immobili per le condotte fraudolente poste in essere, in attuazione del noto istituto cosiddetta “confisca per equivalente”, che consente di aggredire il patrimonio dei trasgressori delle violazioni tributarie penalmente rilevanti, per un valore corrispondente al profitto tratto dall’evasione fiscale corrispondente all’imposta evasa.

ULTERIORI DETTAGLI SU "IL NOTIZIARIO" IN EDICOLA DA VENERDì 7 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.