Rave party non autorizzato per Halloween: a Uboldo scattano denunce e sequestri

Un rave party con 600 persone alla Mini Cava di Uboldo. A organizzarlo sono stati dei ragazzi che, senza autorizzazione del Comune, questa notte hanno occupato il vecchio sito di escavazione alla periferia del paese in occasione della festa di Halloween.

Per i responsabili scatteranno le denunce. Intanto sono state sequestrate tutte le attrezzature portate per l’occasione.

“Avremo tolleranza zero – tuona il sindaco Lorenzo Guzzetti, che questa mattina è intervenuto sul posto con l’assessore alla Sicurezza Luca Azzarà dopo avere appreso l'accaduto dal prefetto di Varese Giorgio Zanzi.

"Hanno invaso un’area pubblica, oltre ad avere causato rumori molesti, e pertanto dovranno risponderne personalmente sottoponendoli a tutti i procedimenti amministrativi e penali del caso” -agggiunge il sindaco.

Intanto, fin dalle prime luci dell’alba, i carabinieri – intervenuti in forze – hanno identificato tutti i ragazzi che lasciavano il rave dopo una notte di bagordi.

Al capitano della Compagnia di Saronno Pietro Laghezza e alla polizia locale vanno i ringraziamenti di Guzzetti "per come hanno gestito questa emergenza".

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.