Irregolari in Italia, spacciavano nei boschi, un arresto e una denuncia

Entrambi irregolari sul territorio, spacciavano droga nei boschi: uno è stato arrestato, l’altro denunciato. L’operazione è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Cantù e della stazione di Lomazzo nelle aree boschive di Cadorago.
Qui hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, M.C., cittadino marocchino classe 1974, irregolare sul territorio dello Stato, responsabile dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato per analogo reato, in concorso, M.F., cittadino albanese classe 1993, irregolare sul territorio dello stato.

L’ennesima operazione si inquadra nel contesto d’insieme già delineato nei giorni scorsi nei quali sono stati adottati analoghi provvedimenti restrittivi presso il Parco del Lura (nella circostanza lo scorso 14 febbraio è stato tratto in arresto un cittadino magrebino per reati analoghi) e presso la stessa area boschiva di Cadorago (lo scorso 19 febbraio).

I due soggetti, dediti alla vendita al dettaglio di sostanze stupefacenti, circondati dai carabinieri, non hanno avuto vie di fuga.
Entrambi intercettati e immobilizzati, sono stati sottoposti a perquisizione personale: M.C. è stato trovato in possesso di 16,5 grammi di marijuana e 5 grammi di cocaina, il tutto sottoposto a sequestro penale.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.