Blitz animalista alla mostra di gatti e rettili: “No allo sfruttamento per scopi commerciali”

In vista dell’esposizione itinerante “I Gatti di razza più belli del mondo”, in programma questa domenica 8 aprile al palazzetto dello sport di Gerenzano, nella notte fra il 30 e il 31 marzo è stato compiuto un blitz animalista: l’associazione Centropercentoanimalisti, dichiarandosi contraria alla logica che utilizza gli animali, di qualsiasi specie, “per operazioni commerciali di bassa lega, senza preoccuparsi del loro benessere”, ha affisso uno striscione di protesta sui cancelli del palasport in via Inglesina, con scritto “Boicotta le mostre dello sfruttamento”.

“Si tratta di gatti e rettili portati in giro per i paesi come fenomeni da baraccone: niente a che vedere con l’amore per gli animali, come vorrebbero far credere gli organizzatori – affermano gli animalisti in una nota – E’ piuttosto qualcosa di molto simile a uno zoo ambulante, con tutti i disagi che ne derivano per gli animali esposti. E’ ovvio che un gatto sta bene in una casa, amato e coccolato, o libero in una colonia felina protetta”. C’è poi il discorso sulle razze feline: “Perché un gatto di razza è forse più bello di uno qualsiasi dei mici in attesa di adozione, nei gattili e nei rifugi?”. Per quanto riguarda i rettili: “I serpenti stanno bene solo in natura, liberi nel loro habitat”. Ma c’è di più: “E agli ‘amanti’ di animali esotici chiediamo: che vita può avere un rettile chiuso in una teca?”. Questo l’appello: “Invitiamo chi ama veramente gli animali a non sostenere con la propria partecipazione chi sfrutta queste creature a scopo di lucro”.