Smascherato da Le Iene, il Conte ha truffato anche nei negozi di Bollate | VIDEO

Coi suoi modi gentili ha truffato anche a Bollate, dopo essere stato smascherato da Le Iene. Ora ‘il Conte’ deve scontare la sua pena, non potrà più utilizzare carte di credito e assegni, ma solo contante. E soprattutto è un ‘osservato speciale’.

Nel 2016, era entrato in un negozio di Bollate presentandosi come rappresentante della Lega Lombarda. Era riuscito a farsi consegnare oltre 3 mila euro di merce, senza mai pagarla. Il copione era sempre lo stesso: ordinava un gran quantitativo di prodotti garantendo un pagamento in contanti al momento della consegna direttamente a casa. Ma in quell’occasione aveva sempre una scusa per non pagare. Nessuno dei bonifici promessi è mai stato effettuato. 

Il piano messo a segno nel negozio di Bollate è stato ripetuto in erboristeria, in enoteca e per fino in pescheria. A smascherarlo un anno fa ci ha pensato la Iena di Italia Uno Andrea Agresti. In quell’occasione ‘il Conte’ come si fa chiamare a Milano si è presentato con tanto di spranga di metallo e mattarello che ha lanciato contro la troupe di Mediaset. Clicca qui per il video completo

Ora però ci ha pensato il Tribunale di Milano a sistemare i tanti conti in sospeso dell’arzillo 63enne con 40 anni di truffe alle spalle, tanto da essere definito un truffatore seriale. Nel provvedimento di cui è stato destinatario viene riconosciuta la sua “pericolosità”, con l’applicazione della sorveglianza speciale, compreso il divieto di fare acquisiti se non “in contanti o in moneta elettronica”, come le carte prepagate.

Il Tribunale ha ricostruito come “sin dagli anni ’70” l’uomo si sia procurato “le risorse per vivere” grazie alla sua “indole delinquenziale” che gli è costata “plurime condanne per reati di truffa, ricettazione, insolvenza fraudolenta”. 

Nel maggio 2016, la Iena Agresti lo aveva smascherato proprio durante un suo raggiro sfumato. Qualche tempo dopo l’inviato di Italia Uno era riuscito a parlare anche con il figlio de ‘Il Conte’. “Sarebbe meglio che il papà smettesse – aveva dichiarato – Ma per lui è un modo come un altro per sopravvivere

Clicca qui per vedere l’intervista al figlio 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.