IL NOTIZIARIOIL NOTIZIARIO

Chi non paga la mensa avrà solo acqua, ultimatum nelle scuole di Limbiate

Oggi è l’ultimo giorno concesso alle famiglie di Limbiate che risultano ancora non in regola con il pagamento della mensa scolastica, per saldare il conto arretrato. Da mercoledì 2 maggio, alla ripresa delle lezioni, scatta la disposizione drastica decisa dal Comune: chi non ha pagato non avrà il pasto, i genitori dovranno andare a riprendersi i figli a scuola all’orario della mensa e riportarli per le lezioni pomeridiane. O, per dirlo ancora in maniera più chiara e forte:
“Da mercoledì 2 maggio, agli alunni non aventi diritto al servizio mensa verrà somministrata solo acqua” -come si legge nel cartello comparso all’ingresso di alcune scuole limbiatesi, la cui immagine sta circolando sui social e nelle chat dei genitori limbiatesi. Lo ha firmato Anna Origgi, dirigente scolastica di due dei tre comprensivi della città e arriva dopo due mesi di iniziative portate avanti dall’Amministrazione comunale per cercare di rientrare dei circa 250mila euro che mancano all’appello per il servizio mensa di mensa scolastica, solo nei primi 7 mesi di servizio, poiché 2 famiglie su tre non pagano il dovuto. All’inizio erano quai 1500 famiglie su 2200, ora quelle indietro con i pagamenti si sono ridotte a poco più della metà, l’ultimo dato disponibile dava ancora circa 800 famiglie non regolarizzate.

“Tutte le famiglie sono state avvisate delle tre opzioni che hanno a disposizione per risolvere il problema” -spiega la dirigente scolastica Anna Origgi, firmataria dell’avviso-shock- “Possono mettersi in regola pagando il dovuto, possono chiedere alla scuola l’esonero dal servizio mensa, che viene subito accordato, oppure possono recarsi in Comune, compilare l’apposito modulo in cui dichiarano di non essere in grado di saldare il conto per motivi economici e questo è sufficiente a non interrompere il servizio.

Purtroppo, ancora negli ultimi giorni abbiamo ricevuto a scuola telefonate di genitori che ci dicevano ma tanto voi non potete lasciare i bambini senza mangiare. Questo è un atteggiamento provocatorio che rappresenta una vera rinuncia della responsabilità genitoriale. Anche per questo motivo mi sono sentita di esporre quel cartello che vuole essere una risposta forte a questo atteggiamento di disinteresse. Inoltre -continua la dirigente scolastica- va tenuto presente che la scuola non può in nessun caso provvedere alla somministrazione di alimenti ai bambini, perché non conosce ad esempio le allergie, le intolleranze, le diete religiose: questi aspetti sono tutti in capo al servizio di ristorazione e non vengono gestiti dalla scuola”. I pagamenti effettuati oggi saranno subito registrati e la scuola mercoledì avrà gli elenchi aggiornatissimi, ha spiegato la dirigente. Chi non è in regola, dovrà venire a prendersi i bambini.

LEGGI ANCHE: Due su tre non pagano la mensa scolastica… 

LEGGI ANCHE: Riduzioni non dovute per ticket e mensa… 

 

TI POTREBBE INTERESSARE...

Le offerte per finta onlus spese nelle slot, 2 arr... Raccoglievano offerte per una finta Onlus e poi spendevano soldi nelle slot machines. Due persone di Limbiate sono state arrestate questa mattina d...
A Limbiate gli spettacoli con le fontane danzanti:... E’ il giorno delle fontane danzanti a Limbiate. Oggi, sabato 19 gennaio, si terrà la sagra del falò di Sant’Antonio organizzato dalla Pro Loco con Lim...
Limbiate, cuccioli di cane abbandonati nel Parco d... Due cuccioli di cane abbandonati nel Parco delle Groane a Limbiate. E ora sono al canile di Lissone in attesa di trovare casa.  I cani sono st...
Acquisti online, 40enne di Limbiate denunciato per... Si erano conosciuti su un sito di acquisti online per alcuni cardellini, ma tutto si è trasformato in rapina così un 40enne di Limbiate è stato arrest...
Scomparso da Limbiate 3 mesi fa, era morto la sera... Giovannino Sepielli, 81 anni, residente a Limbiate e di cui non si avevano più notizie dallo scorso 4 ottobre, è morto quella stessa sera travolto da ...
L'HAI TROVATO INTERESSANTE? CONDIVIDILO !
Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun finanziamento pubblico.
E’ disponibile in formato cartaceo, in circa 200 edicole a nord di Milano, in uscita ogni venerdì.
In formato digitale si può acquistare sul nostro store www.edicola.ilnotiziario.net dove è possibile anche sottoscrivere formule di abbonamento.
Per restare sempre aggiornato metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook


prima pagina Notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
Scarica la nostra App gratuita  

SCEGLI L’ABBONAMENTO !