Gli appostamenti, poi l’irruzione nella “casa dello spaccio”: due in manette

carabinieri I militari della Stazione Carabinieri di Cermenate, nel corso della nottata di ieri, hanno fatto irruzione in una casa e tratto in arresto G.L. e la compagna V.V., rispettivamente 44enne e 26enne, conviventi, di Cermenate (CO), per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione svolta dai militari della Stazione di Cermenate non è un episodio isolato, ma frutto di un’organizzazione di controllo del territorio   per garantire sicurezza ai cittadini e, soprattutto, ascoltando e non tralasciando alcuna delle richieste giunte da parte di questi ultimi.

Come naturale conseguenza di un controllo assiduo, come sopra-accennato, si è registrato quindi l’arresto delle due persone di Cermenate.

L’operazione si è conclusa quando, a seguito di numerosi servizi di appostamento e pedinamento (accompagnati, come detto, dai pattugliamenti svolti in quei territori) in via Turati di Cermenate, all’esito dell’irruzione in casa da parte dei militari operanti, G.L. e V.V. sono stati sorpresi in possesso di 105 grammi di hashish, 24 grammi di cocaina, 7,20 grammi di eroina, denaro contante di diverse migliaia di euro (nonché franchi svizzeri), un bilancino di precisione.

Insomma, una vera casa dello spaccio, organizzata nei dettagli per soddisfare le richieste degli acquirenti di narcotico.
Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Como in attesa di giudizio di convalida.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.