Moldavo con un machete in mano, nudo e ubriaco semina il panico a Varedo

E’ uscito dalla ex Snia con un machete in mano e ha iniziato a vagare per il centro di Varedo seminando il panico. E’ successo giovedì pomeriggio, quando il senzatetto di origini moldave si è reso protagonista di un quarto d’ora di vera paura. Solo l’intervento tempestivo dei carabinieri ha riportato la tranquillità per il centro di Varedo. 

A rendere ancora più delicate le operazioni per disarmarlo è stato il fatto che il 57enne fosse ubriaco. L’uomo infatti trova dimora tra i capannoni della ex Snia, la vasta area dismessa tra Varedo e Palazzolo lungo la linea ferroviaria Milano-Asso. A un certo punto del pomeriggio di giovedì, ha abbandonato lo stabilimento in mutande e visibilmente ubriaco per vagare in città. Tra le mani brandiva anche un machete che ha letteralmente terrorizzato i tanti che lo hanno incrociato.

Il 57enne arrivato al passaggio a livello di via Umberto I è stato raggiunto dai carabinieri e disarmato del machete. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.