Il Parmigiano nuoce alla salute

notiziarioQuand’ero bambino mia madre mi diceva di mangiare il “Parmigiano”, perché mi faceva bene. Dal 27 settembre prossimo, molto probabilmente, io dovrei denunciare mia madre perché mi ha fatto mangiare un cibo che “nuoce gravemente alla salute”.

Secondo voi chi ha ragione? Mia madre che dice che il Parmigiano fa bene, o i “burocrati” mondiali che dicono che nuoce gravemente alla salute?
Quello che rischia di accadere il 27 settembre è pazzesco: l’Onu si riunirà a New York e voterà la risoluzione di tassare pesantemente una serie di prodotti e di dichiarare sulle confezioni che nuocono gravemente alla salute, proprio come le sigarette. La cosa folle è che tra questi prodotti ci sono molti formaggi tra cui appunto il Parmigiano, i prosciutti, il vino, la pizza e perfino l’olio d’oliva, ossia quegli ingredienti base della dieta mediterranea che è la più sana del mondo.
Ma gli “esperti” non guardano alla genuinità dei prodotti né alla capacità di usarli in giuste dosi, no, loro misurano il contenuto di sale, il contenuto di grassi e, in base a freddi parametri, decidono che il Parmigiano nuoce alla salute, mentre certe schifezze industriali no.

Se questa assurdità il 27 settembre sarà approvata, per i nostri produttori rischia di diventare un danno immenso. Proprio noi Italiani, che abbiamo la vita media più lunga del mondo (insieme ai Giapponesi), dobbiamo farci insegnare dai burocrati di New York che mangiano hot-dogs come si fa a mangiar sano? Ma mi facciano il piacere!

Piero Uboldi