Salvini contro lo spaccio: “Ridaremo il parco delle Groane ai cittadini”

Matteo Salvini punta a riconsegnare il bosco del Parco delle Groane ai cittadini. L’annuncio arriva direttamente dal ministro dell’Interno è pronto a mettere a disposizione gli uomini e le risorse necessarie. Lo ha detto alla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Al suo fianco c’era anche il prefetto di Milano Lucia Lamorgese, il sindaco di Milano Beppe Sala, il governatore della Lombardia Attilio Fontana. 

Al centro del confronto il decreto sicurezza approvato nei giorni scorsi e i problemi della Lombardia. Tra quelli da affrontare per cui Matteo Salvini ha speso la sua parola ci sono proprio i boschi della droga da riconsegnare ai cittadini. Non solo il parco delle Groane, ma anche il boschetto di Rogoredo. Un’altra piaga che il ministro dell’Interno intende affrontare è quella della sicurezza sui treni della Lombardia. Salvini ha chiesto la lista dei treni da bollino nero che verranno monitorati nei prossimi mesi.

La notizia del suo interesse a liberare il parco delle Groane arriva a pochi giorni dalla visita del Sottosegretario agli Interni Nicola Molteno. “Ora mi auguro che anche il Prefetto di Monza ripristini immediatamente i presidi fissi nelle stazioni delle Groane che buoni frutti avevano dato la scorsa settimana”, commenta il sindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo. “In alternativa, alla riunione fissata per giovedì a Monza per discutere di sicurezza nel Parco Groane, anziché partecipare solo, mi farò accompagnare da chi ha paura di prendere un treno, da chi ha paura di correre lungo la pista ciclabile, da chi ha paura che la propria figlia venga stuprata o il proprio figlio rapinato”. 

Nei giorni scorsi anche Striscia la Notizia si è interessata al problema del Parco delle Groane, dopo il servizio de Le Iene di Italia1