“Sono un migrante arrivato col barcone”, è irregolare: espulsione a Paderno

Migrante irregolare pizzicato per le strade di Paderno Dugnano e subito espulso dal territorio nazionale. E’ lunedì mattina, il giovane si aggira nei pressi del parcheggio della clinica San Carlo. La pattuglia della Polizia Locale lo nota e subito lo avvicina per controllarlo. 

Sono un migrante arrivato col barcone“, ha detto agli agenti. “E sono minorenne”. Impossibilitato a presentare i documenti, gli accertamenti proseguono in Questura, qui si scopre che su di lui pende un decreto di espulsione. Per chiarire l’effettiva età del giovane scattano anche gli accertamenti clinici. E’ sottoposto all’esame delle ossa, al termine del quale l’esito però non conferma quanto dichiarato: lui è maggiorenne

Così è stato denunciato per false dichiarazioni sulla propria identità e per essere sprovvisto del permesso di soggiorno.

Agli agenti ha raccontato di essere ospite da un zio. E’ da chiarire che cosa ci facesse sul territorio padernese e in particolare nei pressi del parcheggio di via Ospedale. Una zona caratterizzata dalla vendita abusiva di oggettistica da parte degli ambulanti che si confondono tra le auto in sosta e che periodicamente vengono allontanati dalla Polizia Locale

LEGGI

Paderno, venditori abusivi: blitz fuori dalla clinica San Carlo. Esulta la Lega