Aggredito e picchiato in strada per rubargli il portafogli, caccia a due in fuga

carabinieri Casnate BernateUn uomo di 41 anni è stato aggredito per strada e picchiato selvaggiamente da 3 giovani per rubargli il portafogli.

Uno dei tre aggressori è stato individuato e arrestato dai carabinieri prontamente accorsi dopo la richiesta d’aiuto della vittima.

E’ successo lunedì sera a Casnate con Bernate.

L’uomo, mentre rientrava a casa a piedi, veniva improvvisamente avvicinato da tre giovani di apparente origine magrebina i quali iniziavano a picchiarlo con inaudita violenza, facendolo cadere rovinosamente a terra.

Contemporaneamente, i tre aggressori si appropriavano del portafogli della vittima contenente la somma di circa 800 Euro in contanti ed altri effetti personali, dandosi a precipitosa fuga, a piedi, in direzione del centro del paese.

I rapinatori, però, gli hanno lasciato il cellulare, con il quale l’uomo riusciva a segnalare immediatamente il fatto al 112.

L’arrivo sul posto di una pattuglia della Stazione Carabinieri di Fino Mornasco è stata immediata.

In pochi attimi, le ricerche dei carabinieri davano i frutti sperati, in quanto, ancora a poca distanza del luogo della rapina, rintracciavano un giovane extracomunitario di origine magrebina che corrispondeva perfettamente alle descrizioni fornite dalla vittima.

Questi, identificato in C.S.E. cittadino marocchino,   23 anni, non in regola con i documenti di soggiorno in Italia.

Determinante, per la ricostruzione dei fatti ed all’attribuzione delle responsabilità del fermato, è risultato l’eccellente servizio di videosorveglianza del Comune di Casnate con Bernate le cui telecamere hanno filmato parte dell’evento.

E’ stato quindi possibile dichiarare in arresto il predetto giovane ai quali è stato contestato il reato di rapina aggravata in concorso.
La vittima, curata all’ospedale di Cantù, ha riportato una frattura al braccio destro ed altre contusioni.

Adesso è caccia agli altri due autori della rapina.