Puntò la pistola contro il farmacista ma fu bloccato da 2 marocchini; arrestato anche il fratello che provò a liberarlo

carabinieri radiomobileFu bloccato da due passanti mentre tentava una rapina con la pistola, ora è finito in manette anche il “basista”: suo fratello.

Si sono concluse oggi, con l’arresto anche del fratello maggiore, 60enne abitante a Turate, le indagini sulla tentata rapina dell’8 novembre scorso in paese.

In quella circostanza, fu arrestato M.P., 44 anni, residente a Turate, bloccato da due passanti di origine marocchina, che lo aveano visto puntare la pistola contro il farmacista mentre stava versando l’incasso della giornata.

Il rapinatore veniva bloccato da una pattuglia di carabinieri prontamente intervenuta sul posto, che procedeva al sequestro della pistola, risultata essere carica e pronta all’uso.

Ma le indagini dei Carabinieri di Turate non si sono fermate al mero episodio e sono continuate sino all’individuazione di colui che si ritiene essere l’ideatore del colpo.

Un uomo che ha materialmente partecipato anche alle fasi esecutive della rapina, fornendo al 44enne le informazioni sul momento proficuo per compiere l’azione ed attendendolo in zona a bordo di un’autovettura per garantirgli la fuga.

Già dalle informazioni fornite dai testimoni era infatti emerso che, durante le concitate fasi dell’intervento dei due cittadini marocchini, un uomo claudicante, sopraggiunto a bordo di un’auto scura, era intervenuto in modo risoluto cercando di liberare il rapinatore anche colpendo con una stampella i due uomini che mantenevano bloccato l’autore del reato.

Solo grazie alla determinazione dei due marocchini, il complice del rapinatore era costretto a desistere ed a darsi alla fuga prima dell’arrivo dei Carabinieri.

I militari, pertanto, dopo aver sentito altri testimoni ed aver analizzato il traffico telefonico del telefono cellulare dell’arrestato, sono riusciti  ad identificare il complice riconosciuto in foto univocamente da tutti i testi.

Ne hanno anche  documentata la presenza in zona,  e hanno accertato che proprio questi era rimasto in contatto telefonico costante con l’autore materiale durante tutte le fasi della rapina, fornendogli, evidentemente, le indicazioni sull’identità e sui movimenti del dipendente della farmacia che doveva versare l’incasso.

Questa mattina, pertanto, è stato tratto in arresto dagli stessi militari V.P., classe 1958 abitante a Turate, fratello di M.P., con precedenti specifici.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.