Viviamo tutti sopra una “Santa Barbara”

notiziarioNoi, sinceramente, non vogliamo guastarvi questo inizio di 2019 facendovi preoccupare inutilmente, però, mettendo insieme notizie che non trovate né su Facebook né ai telegiornali, un po’ di preoccupazione vi deve venire.

Ci sono Paesi del mondo che si stanno preparando a una crisi economica globale, che potrebbe scoppiare già nel 2019.

Dall’estate scorsa ci sono governi che hanno cominciato una vera e propria corsa all’oro: la Russia ha acquistato 92 tonnellate di lingotti, la Turchia ne ha acquistate 18, l’Ungheria 28, la Polonia ben 103, la Cina negli ultimi anni pare abbia accumulate addirittura 20.000 tonnellate di oro.

Secondo gli analisti, questi movimenti vengono fatti proprio nel timore di una nuova grossa crisi economica globale.
Una crisi che, d’altra parte, avrebbe una ragione chiara per esplodere: l’economia mondiale è basata tutta sui debiti.

I debiti totali del mondo hanno raggiunto la cifra stratosferica di 250.000 miliardi di dollari, il triplo rispetto a vent’anni fa. Insomma, il nostro benessere è costruito sopra un castello di carte che potrebbe crollare in qualunque momento, siamo sopra una “Santa Barbara” che potrebbe esplodere.

E ad agevolare il crollo potrebbero essere proprio i computer: Jp Morgan stima che l’85% dei volumi di Borsa è prodotto da strategie d’investimento controllate da algoritmi, che usano gli stessi parametri; se uno di questi parametri “salta”, c’è il concreto rischio che i computer, tutti insieme, diano ordine di vendere.

E sarebbe il caos.

Piero Uboldi