Dormire poco aumenta la disidratazione

Dormire poco aumenta il rischio disidratazione.

Lo studio dei ricercatori della Penn State University dimostra che gli adulti che dormono solo sei ore la notte possono avere maggiori probabilità di essere disidratati.

La ricerca è riportata anche dal sito In a Bottle (www.inabottle.it) in un focus sul rapporto tra salute e corretta idratazione.

I ricercatori hanno studiato oltre 20mila adulti americani e cinesi.

Coloro che avevano dormito solamente sei ore avevano il 16-59% di probabilità in più di non essere ben idratati.

Ciò non accadeva a chi aveva riposato per otto ore.

Durante il sonno agisce la vasopressina, un ormone che favorisce l’idratazione.

“La vasopressina viene rilasciata più rapidamente e più tardi nel ciclo del sonno”, ha affermato Asher Rosinger, autore principale della ricerca. ”

La disidratazione influisce negativamente su alcune funzioni del corpo, come cognizione, umore, prestazioni fisiche.

A lungo termine può portare a problemi più gravi, come un maggior rischio di infezioni del tratto urinario e calcoli renali.

Rosinger suggerisce anche a chi non dorme abbastanza di bere più acqua durante il giorno per compensare.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.