Bambino turatese morto in Sicilia: gli indagati sono sei

Bambino turatese morto in Sicilia: gli indagati sono sei.

A sei mesi dal tragico incidente stradale che tolse la vita al piccolo turatese Marco Castelli, deceduto mentre si trovava con la famiglia a Menfi, in provincia di Agrigento, dal Tribunale siciliano di Sciacca è giunto un importante aggiornamento.

Il Pm Christian Del Turco, infatti, ha iscritto sei persone nel registro degli indagati, accusandole a vario titolo per la morte del bimbo.

Quel giorno, nell’agosto del 2018, l’automobile in cui si trovava il piccolo Marco si scontrò con un’altra vettura, andando poi a finire contro le impalcature di un cantiere. L’incidente si verificò nel Comune di Menfi, in prossimità di un incrocio stradale, e per il bambino di sei anni non ci fu nulla da fare.

Il pm Del Turco, nell’iscrivere i sei individui nel registro degli indagati, si è soffermato anche sulla natura dell’impalcatura contro la quale si è scontrata la vettura della famiglia Castelli, definendola “inadeguata e arrugginita”.

Nella strada in cui avvenne l’incidente, peraltro, il segnale di Stop posizionato all’altezza dell’incrocio non sarebbe stato ben visibile.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.