Cislago: addio al presepista Liboni

Il cislaghese Vito Liboni (nella foto con l’assessore Marzia Campanella), grande collezionista di presepi, non c’è più.

E’ morto a 71 anni, sconfitto da un brutto male che lo aveva fatto soffrire parecchio negli ultimi tempi.

Di lui rimane il ricordo di un uomo semplice e buono, inserito nel tessuto sociale e appassionato presepista che lascia al paese un’eredità inestimabile: 500 allestimenti natalizi esposti in un vecchio cascinale in via Dante 4, alla Massina, che nel mese di dicembre veniva preso d’assalto da cislaghesi e residenti dei comuni limitrofi.

Che cosa ne sarà adesso? “Speriamo che questo patrimonio non vada perduto – auspica Giuseppe Zaffaroni, noto commerciante della frazione – E’ sempre stata la sua preoccupazione. Certo ha lasciato un grande vuoto: se ne va un uomo sempre presente alle feste, attivo con la Pro Loco e membro del Consiglio pastorale; vestito da pagliaccio, amava anche portare i sorrisi ai bambini negli ospedali”.

La brutta notizia ha rattristato anche l’assessore alla Cultura Marzia Campanella, che ieri ha incontrato il figlio di Liboni, Emanuele: “Gli ho garantito, sapendo che Vito avrebbe voluto costituire una fondazione a tutela del suo museo, tutto l’appoggio possibile da parte dell’amministrazione comunale. Sono certa che, se ci impegneremo tutti, il museo dei presepi non chiuderà”.

Ricorda Liboni anche l’assessore alla Cultura di Gerenzano, Monica Mariotti, che lo scorso Natale aveva ospitato alcuni suoi allestimenti mettendoli in mostra: “Lo conoscevo di nome in quanto organizzatore per anni dello mostra-concorso dei presepi a Gerenzano. Fortunatamente l’anno scorso ho avuto l’occasione e il piacere di conoscerlo personalmente: era una bella persona, umile, disponibile e attenta agli altri. Ricordo con piacere i suoi racconti sulla storia dei vari presepi che custodiva, due dei quali sono stati esposti durante il periodo natalizio nel nostro palazzo municipale. Sentiremo tutti la sua mancanza”.

Vito Liboni, che lascia la moglie e tre figli, sarà salutato per l’ultima volta questo venerdì pomeriggio: i funerali verranno celebrati nella chiesa di Santa Maria Assunta alle 14.30.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.