Il fratello di Peppino Impastato a Limbiate a parlare di mafia

Sarà ospite del Comune di Limbiate Giovanni Impastato, fratello di Peppino Impastato, giornalista e attivista, membro di Democrazia Proletaria noto per le sue denunce contro le attività della mafia a Cinisi, in Sicilia, a seguito delle quali fu assassinato il 9 maggio 1978.

Un incontro organizzato dopo il viaggio della memoria fatto in Sicilia lo scorso anno dai ragazzi degli istituti limbiatesi in cui si è anche parlato di mafia.

Martedì 5 marzo alle 21 in aula consiliare, in villa Mella, si terrà un incontro pubblico a cui parteciperanno anche il sindaco Antonio Romeo, Rosa Dagati, docente dell’istituto comprensivo Fratelli Cervi e Giuliano Ripamonti. presidente dell’Anpi.

Si parlerà quindi della lotta alla mafia portata avanti con coraggio da Peppino con la testimonianza straordinaria del fratello che ha pubblicato un libro dal titolo “Oltre i cento passi”, richiamando il titolo del celebre film dedicato alla drammatica vicenda.

Mercoledì alle 10 del mattino saranno invece i giovani delle scuole limbiatesi ad incontrare Giovanni Impastato al teatro Comunale di Limbiate.

“Siamo molto soddisfatti di essere riusciti ad organizzare questa iniziativa- ha commentato il sindaco Antonio Romeo- e voglio ringraziare in particolar modo la professoressa Dagati che ha in particolar modo curato l’evento”.

“La mafia è ancora più vicina di quanto sembra” è il titolo dell’iniziativa che vuole portare anche l’attenzione della cittadinanza su questo tema. Un appuntamento da non perdere, a ingresso libero.