Morta dopo avvio di intervento estetico, “non si è mai ripresa dal coma”

Monza conferenza stampa Asst
La conferenza stampa al San Gerardo di Monza

E’ entrata  al San Gerardo di Monza in coma e non si è mai ripresa fino alla dichiarazione di morte cerebrale  Maria Teresa Avallone, la 39enne di Desio che aveva deciso di sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica in una clinica privata di Seregno.

 

 

 

Saranno le indagini dei carabinieri, con il supporto del reparto dei Nas di Milano a dover ricostruire con precisione quanto accaduto.

 

Ieri pomeriggio a Monza, Laura Radice, direttore sanitario dell’Asst di Monza e Giuseppe Citterio professore di anestesia e rianimazione all’università Bicocca, hanno tenuto una conferenza stampa per descrivere l’evolvere del quadro clinico della paziente dal momento dell’ingresso all’ospedale San Gerardo.

“Tutte le diagnosi fatte in questi giorni hanno dimostrato un quadro di un esteso danno cerebrale. Questa situazione è evoluta nella notte tra giovedì e venerdì. Nella mattinata di venerdì aveva dei parametri di morte cerebrale” -hanno spiegato i medici.

 

Nei prossimi giorni, il cadavere della donna sarà sottoposto ad autopsia.

Lo stesso dottor Citterio ha precisato che la donna si era già sottoposta un passato ad altri piccoli interventi estetici senza conseguenze.

Quanto all’intervento programmato nella clinica di Seregno, l’avvocato Gianmaria Palminteri, che assiste il medico indagato puntualizza che “la paziente si sarebbe dovuta sottoporre ad un trattamento in day hospital di rialzo dei glutei con fili sottocutanei in modo del tutto  non invasivo e indolore e non, come erroneamente riportato, di liposuzione”.

“Il rialzo dei glutei -prosegue la nota dell’avvocato – consiste nell’infissione tramite un piccolo buco di mezzo mm senza asportare nulla ed in anestesia locale.
D’altra parte, preme evidenziare come la paziente fosse normo peso, priva di grasso in eccesso e che, comunque, il trattamento di chirurgia estetica ai glutei non è mai stato iniziato”.

 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.