Cesate: viola una proprietà privata per avvelenare il cane

Avrebbe violato una proprietà privata per lasciare al cane un piattino con delle polpette avvelenate preparate con cura.

Si tratta di uno sconosciuto, non ancora identificato ma già denunciato alle autorità, che negli scorsi giorni avrebbe tentato di uccidere un cane, presente nel giardino di una abitazione del Villaggio Ina, quartiere di Cesate.

Una preparazione maniacale che ha portato lo sconosciuto a impanare e friggere le polpette contenenti del veleno per poi introdursi in un giardino e lasciarle su un piattino di plastica.

Un gesto orribile che fortunatamente non ha avuto conseguenze, il cane infatti, non si è nutrito del pasto incriminato e si è così salvato.

I bocconi avvelenati sono stati però trovati dai proprietari che hanno subito lanciato l’allarme anche perchè sembrerebbero essere state avvistate delle polpette simili anche in alcuni prati adiacenti la zona del Villaggio.

Non si sa cosa abbia spinto lo sconosciuto a perpetrare il gesto, già negli scorsi mesi infatti sono stati ritrovati pasti analoghi, anch’essi contenenti dosi di veleno, ma a quanto accaduto, punibile penalmente, va a sommarsi anche la violazione di proprietà privata.