Bollate: “Richiesta bella presenza”. Polemica sui social per un annuncio di lavoro del Comune

A Bollate è scoppiata una vivace polemica nei giorni scorsi sui social in merito all’iniziativa promossa dal Comune insieme all’Exess (il bar del parco centrale) per formare e assumere per la stagione estiva camerieri, gelataia e lavapiatti.

Nel testo pubblicato sulla pagina di informazioni del Comune si parlava infatti di camerieri di “bella presenza”, gelataia di “bella presenza” e di una lavapiatti “propositiva”.

La legge 903 del 1977 sulla parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro vieta espressamente sin dall’articolo 1 che ci siano annunci di lavoro rivolti a un solo sesso.

Perchè una gelataia e non un gelataio? La polemica andava fatta su quello: un comune non può sottovalutare tali norme.

Invece nessuno ci ha fatto caso, neppure tra coloro che hanno versato fiumi e fiumi di polemiche e contro-polemiche sui social.

La sezione bollatese della Lega ha lanciato la polemica e ha chiesto al Comune di chiedere scusa.

Tra i primi a intervenire l’onorevole leghista Fabio Boniardi che ha parlato di “gaffe” dell’amministrazione comunale, poiché per l’accesso al lavoro si chiedeva un requisito fisico.
E’ subito intervenuto Andrea Di Matteo, gestore dell’Exess, per spiegare che nel settore per “bella presenza” non si intende l’essere belli, ma l’essere curati, vestiti bene, sorridenti, cortesi, educati, ben pettinati…

A questi primi interventi sono seguiti una marea di altri commenti, perché ognuno ha voluto dire la sua, anche se il sindaco Vassallo durante il “dibattito” è intervenuto  annunciando la modifica dell’annuncio di offerta lavoro.

“Concordo con la spiegazione di “bella presenza” argomentata da Andrea Di Matteo e altri – ha scritto – ma, considerato che altri ritengono il post “discriminatorio”, ho chiesto che venisse modificato. È una questione di sensibilità differenti e tutte rispettabili”.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.