Caronno Pertusella: ci sono voluti un anno e mezzo, e quasi 40 mila euro, per riparare i danni causati dai vandali nei parchi cittadini

Un anno e mezzo per riparare i giochi dei parchi cittadini a Caronno Pertusella, causati dai soliti vandali. E quasi 40 mila euro di spese.
Com’è possibile?

Davvero la burocrazia raggiunge livelli del genere? Ebbene sì.

E’ quanto emerso nei giorni scorsi, quando diversi cittadini si sono lamentati dei danni causati dai vandali, le cui riparazioni tardano a oltranza.

Emblematico il caso di un’altalena del Bariolapark, che secondo qualche genitore sarebbe nello stato che si vede in fotografia da almeno due anni.
Per molti è inspiegabile questo ritardo, ma dietro ci sono ragioni ben precise, come spiega il consigliere comunale Fulvio Zullo, un “esperto” di questo tema essendosene interessato ripetutamente.

“La burocrazia è come un cancro – è la conclusione cui è arrivato – Il Comune non dispone di un fabbro, un falegname o un artigiano e l’affido diretto di lavori è possibile solo in alcuni casi. Nello specifico occorre attribuire un incarico per quantificare i danni ai giochi di tutti i parchi e poi procedere”.

In effetti, martedì scorso è stato confermato che una ditta sta finalmente quantificando i danni, per cui a giorni si attende il preventivo per le sistemazioni. Poiché l’importo sarà inferiore ai 40mila euro, non servirà il bando, ma si potrà affidare alla stessa impresa l’incarico di eseguire tutte le riparazioni.

“Certo quel sedile dell’altalena l’avrei acquistato e sistemato io in mezzora – conclude Zullo, allargando le braccia – ma purtroppo è vietato. Anzi si potrebbe incorrere in sanzioni e finire nei guai”.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.