False fatture e bancarotta, un arresto e 7 denunce, Fiamme gialle in azione a Saronno

La Guardia di finanza di Saronno ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un consulente fiscale che aveva organizzato “una complessa ristrutturazione aziendale di un affermato studio professionale di consulenza fiscale saronnese”.

Nella stessa misura cautelare disposta dal gip del tribunale di Busto Arsizio è stato eseguito anche un sequestro di quote societarie per un valore di oltre 1 milione di euro.

L’operazione delle Fiamme Gialle, coordinata dalla procura della Repubblica di Busto Arsizio, è nata dalla denuncia di truffa presentata da un commercialista nei confronti di alcuni soci.

Le indagini hanno dimostrato come, parallelamente allo studio professionale, operassero alcune società di elaborazione dati aziendali, una delle quali nel frattempo dichiarata fallita dal Tribunale di Busto, attraverso l’emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti per oltre un milione di euro.

Al termine delle indagini, oltre al responsabile arrestato oggi, sono state denunciate altre 7 persone, tra le quali anche 3 professionisti che dovranno rispondere dei reati di emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, autoriciclaggio e bancarotta fraudolenta.

Gli incassi ottenuti attraverso l’utilizzo e l’emissione delle false fatture venivano poi utilizzati per realizzare la pianificata operazione di ristrutturazione dello studio professionale.