Tre ustionati a Senago: voleva sturare il lavandino…

Vuole sturare il lavandino nella sua abitazione di Senago, ma esplode la miscela di sostanze chimiche: tre ustionati.

Stava tentando di sturare il lavandino quando è stato investito da un’improvvisa esplosione che ha coinvolto e ferito anche i genitori.

Un’incidente domestico che ha fatto finire in ospedale per ustioni gravi tre cittadini senaghesi.

E’ avvenuto nella giornata di venerdì in un appartamento di via Marconi.

Il figlio, 38 anni, forse nel tentativo di risolvere una volta per tutte il problema del sifone intasato, ha miscelato in una bottiglia candeggina ed uno sgorgante a base di acido.

Ma prima di arrivare al lavandino la bottiglia in cui erano state miscelate le diverse sostanze chimiche è letteralmente esplosa.

Il liquido ha colpito principalmente il 38enne senza però risparmiare i genitori.

Tutti e tre gli ustionati sono stati trasportati d’urgenza all’ospedale Niguarda.

Gravi le condizioni del figlio che ha riportato ustioni di primo grado al volto ed al collo e di secondo grado al torace e all’addome.

Critiche anche le condizioni della madre. La donna, 60enne, ha riportato ustioni di secondo grado al volto.

Il padre invece, 63 anni, ha riportato ustioni di primo grado a agli arti superiori e al collo.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.