Mercatone Uno: lunedì presidio in Regione, a Cesano prima assemblea dei clienti

Mercatone UnoLa Provincia di Monza e Brianza e la Regione Lombardia si attivano per affrontare la crisi di Mercatone Uno, la grande catena di vendita di mobili ed elettrodomestici, chiusa dal 25 maggio scorso con 1800 dipendenti senza lavoro.

La Provincia di Monza e Brianza scriverà al Tribunale di Bologna per chiedere un intervento rapido sulla vicenda a tutela dei lavoratori, tra i quali i 52 del punto vendita di Cesano Maderno.

Un altro punto vendita in zona è quello di Legnano, dove lavoravano una 40ina di dipendenti.

L’obiettivo è quello di ripristinare l’amministrazione straordinaria della società per attivare gli ammortizzatori sociali.

La lettera al Tribunale bolognese è una delle iniziative decise nella riunione di ieri pomeriggio in cui, nella sede della Provincia si sono riuniti i sindaci di Cesano Maderno, Desio, Lazzate, Limbiate, Seregno, Varedo, Vimercate, Lissone, insieme ad una delegazione di lavoratori, ad Afol Mb e alle diverse sigle sindacali.

Lunedì pomeriggio i lavoratori di Mercatone Uno di tutta la Lombardia saranno in presidio sotto la sede della Regione Lombardia dalle ore 13.30.

 

Sono in totale 321 i lavoratori dei 7 punti vendita lombardi (sui 1800 di tutta Italia), senza reddito e senza ammortizzatori sociali, senza alcuna prospettiva dopo il fallimento della Shernon Holding, che aveva rilevato la società solo nell’agosto 2018 e che in 9 mesi l’ha portata al fallimento.

Martedì pomeriggio a Cesano Maderno (Auser di via S.Martino) è convocata la prima assemblea dei clienti di Mercatone Uno, per fornire indicazioni su come muoversi alle migliaia di persone che hanno effettuato acquisti, già pagati in parte o in tutto ma che non hanno mai ricevuto la merce.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.