Cislago: assessore regionale e vice presidente del consiglio regionale nel cantiere del centro sportivo

cislago centro sportivo Il vice presidente della Regione e l’assessore regionale allo Sport saranno in visita al cantiere del centro sportivo di Cislago.

Mentre procedono a pieno ritmo i lavori di realizzazione del nuovo centro sportivo in via Goito, giunge una notizia di quelle importanti.

Domani, 26 giugno alle 16, nel cantiere sul viale dello Sport, presenzieranno per un sopralluogo coi tecnici la vice presidente del consiglio regionale della Lombardia Francesca Brianza e l’assessore regionale allo Sport Martina Cambiaghi.

“Sarà l’occasione per fare il punto sul progetto”, precisa il sindaco Gian Luigi Cartabia, ringraziando l’amministrazione regionale per il sostegno ricevuto nello sblocco delle opere.

“Se c’è un comune che più di tutti ha patito l’arrivo della nuova autostrada Pedemontana è proprio Cislago: l’arteria ha spazzato via il centro sportivo in via Papa Giovanni XXIII, una struttura storica”.

“Una struttura invidiata da molti comuni, dov’è cresciuto un grande Cistellum Calcio che poi si è sciolto perché non c’era più il campo di un tempo e doveva pagare l’affitto per allenarsi e giocare in altri impianti”.

Per nove anni l’ex amministrazione Biscella ha cercato di ottenere la realizzazione del nuovo centro calcistico: troppe le promesse non mantenute, altrettanti gli accordi disattesi, al punto che aveva deciso di chiedere un risarcimento danni ad Autostrada Pedemontana Lombarda e a Regione Lombardia.

Ma il nuovo sindaco Cartabia ha scelto la strada del dialogo e così, incontrando l’allora presidente di Apl Antonio Di Pietro, era riuscito a siglare un’altra intesa: lo stadio da realizzarsi in due lotti.

La convenzione con Apl è stata sottoscritta il 3 maggio 2018, definendo i termini economici per la realizzazione del primo lotto e portando a casa un contributo supplementare di 250mila euro, erogato da Concessioni Autostradali Lombarde.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.