Gerenzano e Cislago: vandali se la prendono con le auto e con i giochi del parco

.

A Gerenzano i vandali se la prendono con le auto in sosta in via Inglesina. Mentre a Cislago hanno colpito i giochi del parco.

A farne le spese sono stati i residenti senza garage, abituati a posteggiare le vetture all’aperto, nei pressi di casa.

Ignoti, armati di un punteruolo o di un cacciavite, si sono divertiti a bucare gli pneumatici nei pressi degli incroci con via Gramsci e via Einaudi.

Brutta sorpresa per i residenti di villette e palazzine della zona , che il mattino dopo non sono riusciti ad andare al lavoro e hanno dovuto chiamare i gommisti sostenendo ingenti spese oltre ai disagi (non essendo tutti assicurati).

Sono in corso indagini dei carabinieri, alla ricerca di testimoni (la zona è sprovvista di telecamere di videosorveglianza).

A Cislago presi di mira i giochi del Giardino Castelbarco.

Non è stata risparmiata neppure l’altalena per bambini disabili: i soliti vandali si sono divertiti a colpirla a sprangate rendendola inutilizzabile.

Lo hanno fatto in barba allo scopo sociale per cui era stata collocata.

Munita di una sorta di imbragatura, aveva delle cinture di sicurezza che consentivano di tenere fermo il piccolo in modo da stabilizzare l’oscillazione senza rischi di caduta.

Stesso trattamento per le altre altalene, ormai quasi tutte rotte o pericolanti, per un dondolo e altri giochi punto di riferimento delle famiglie con figli che frequentano abitualmente il parco.

La gente è indignata: non solo per il gesto in sé ma anche perché chi compie questi atti rimane sempre impunito.

C’è chi riferisce di ragazzi che di sera scavalcano i cancelli, dalla parte di via Carso, per divertirsi a fare scorribande.

E c’è chi chiede più telecamere, visto che ne è stata posizionata solo una: in effetti quella attiva non ha ripreso i teppisti, non si capisce se perché puntata in un’altra direzione o in quanto gli autori di queste sconsiderate azioni sono molto bravi a non farsi inquadrare.

Fatto sta che il Comune ha sporto denuncia contro ignoti ai carabinieri.

“Punire i responsabili è la nostra priorità – rimarca il sindaco Gian Luigi Cartabia – Purtroppo non è semplice, ma stiamo facendo tutto il possibile per videosorvegliare l’intero paese”

“Ci stiamo attivando anche per evitare i cattivi comportamenti al Monumento ai Caduti, dietro al quale si nascondono altre comitive di ragazzini che causano degrado”.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.