Paderno, ponte chiuso dopo il crollo del parapetto: “Grave pericolo”

Chiuso “a tempo indeterminato” il ponte ciclopedonale dopo il crollo di una parte di parapetto a Paderno Dugnano a scavalco del fiume Seveso e della linea ferroviaria Milano-Seveso-Asso.

La decisione è stata presa dalla Città Metropolitana di Milano proprietaria della struttura che ha ritenuto il crollo di una porzione di parapetto “un grave pericolo per gli utenti”, si legge nell’ordinanza. Da qualche giorno, il ponte ciclopedonale che unisce Garbagnate a Monza è stato chiuso con transenne e recinzioni rappresentando un disagio per le centinaia di ciclisti che lo utilizzano soprattutto nella bella stagione. Al momento non sono indacati i percorsi alternativi da seguire per superare la ferrovia, alcuni scelgono di scavalcare le recinzioni e proseguire sulla passerella.

Nel punto più alto è avvenuto il distacco di una porzione di parapetto in legno. Una situazione nota a Città Metropolitana che già il 19 aprile aveva compiuto il primo sopralluogo, poi ripetuto dieci giorni più tardi. “La chiusura della passerella è a tempo indeterminato“, ha ordinato l’ente. 

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.