Nord e Sud Italia

notiziarioAlcuni anni fa se si parlava male del sud Italia si rischiava di essere accusati (a prescindere) di leghismo.

Adesso, per fortuna, la Lega si è allargata a livello nazionale e ha messo da parte certi discorsi, così finalmente si può denunciare tranquillamente una clamorosa “stranezza” senza essere accusati di alcunchè.

La questione è semplice: gli studenti del nord hanno una migliore preparazione scolastica, ma gli studenti del sud alla Maturità ottengono voti decisamente più alti, che poi li favoriscono in concorsi e selezioni varie.

Non è un’accusa campata per aria, sono i numeri a parlare.

Le classi Quinte delle superiori di tutta Italia sono state sottoposte alla “prova invalsi”, un esame uguale per tutti per stabilire il livello di apprendimento dei programmi.

Le scuole del sud sono risultate fortemente indietro, molto al di sotto della media nazionale (in Italiano Campania -14,4%, Calabria – 19,4%, Sicilia – 16,4%, in Matematica risultati ancor peggiori), mentre il nord era decisamente sopra la media.

Questo in una prova standardizzata uguale per tutti.

Poi però quegli stessi studenti hanno affrontato l’esame di Maturità e, magicamente, ecco che gli studenti del sud sono diventati molto più bravi di quelli del nord, ottenendo dalle commissioni esaminatrici voti mediamente molto più alti che al nord.

E’ normale secondo voi tutto questo? Non vi viene il sospetto che, nell’Italia dei “furbetti del quartiere”, l’insegnamento che stiamo dando ai nostri giovani sia quello sbagliato?

E’ giusto che certi docenti del sud si arrampichino sui vetri per giustificare questa anomalia anziché farsi un esame di coscienza sul valore dell’educazione?

Piero Uboldi

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.