Paderno, rapina in villa con machete: il giallo dei soldi e la caccia all’uomo

Il lavoro dei carabinieri prosegue senza sosta nella caccia all’uomo che venerdì sera ha fatto irruzione in una villetta di Paderno Dugnano armato di machete. Nel blitz assieme a un altro complice è rimasta ferita una bambina di 11 anni. 

I carabinieri stanno ricostruendo il puzzle mettendo sotto torchio il 20enne che con lui ha tentato di rubare oltre 10mila euro in contanti dalla villetta di via Piaggio. Come facevano a sapere che avrebbero trovato così tanto denaro? Per dare una risposta a questa domanda gli inquirenti stanno interrogando il complice braccato dai vicini di casa

Venerdì pomeriggio, i due sono arrivati in sella a una moto. Hanno imboccato le via a fondo cieco rischiando di rimanere in trappola proprio per quanto sia stretta. Hanno suonato alla porta dell’imprenditore e minacciando moglie e figlia con due machete hanno intimato la consegna dei soldi. Il primo minacciava le due donne mentre il secondo ha raggiunto il proprietario di casa direttamente in taverna. Qui si è fatto consegnare un borsone con dentro i contanti. 

Nel tentativo di fuga però qualcosa è andato storto. I vicini di casa sentendo le urla sono intervenuti braccando uno dei due malviventi mentre l’altro riusciva a fuggire a bordo della moto abbandonando la refurtiva. I carabinieri puntano a chiudere il cerchio nei prossimi giorni. In queste ore hanno sentito anche la testimonianza dei vicini di casa. 

Intanto la bambina che ha riportato il ferimento a un piede è stata dimessa.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.